Nuove responsabilità d’impresa, i modelli organizzativi 231 e il testo unico sulla sicurezza

Nuovi obblighi per gli amministratori e rischi da reato per società ed enti - Necessità di riorganizzare l’asset assicurativo

13 maggio 2009
Relais Le Betulle - Conegliano (TV)

Il reato penale resta in capo alla persona fisica, mentre per l’impresa la legge parla di responsabilità “amministrativa”, che crea di fatto una nuova fattispecie giuridica. Quanto all’obbligatorietà o meno del modello, le nuove norme sugli infortuni sul lavoro fanno propendere per la prima ipotesi, anche in assenza di obbligo di legge. L’estensione dei “reati presupposto” alle lesioni colpose gravi e gravissime e all’omicidio colposo causati dalla violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro provoca la responsabilità amministrativa di società ed enti. I presupposti oggettivi “interesse e vantaggio” previsti dal D.Lgs. 231/01 sono configurabili in omissioni nell’applicazione delle norme sulla sicurezza del lavoro. La colposità di suddetti “reati presupposto” rende facile il sorgere della responsabilità am ministrativa a carico di società ed enti. Il Testo Unico all’art. 30 aggiunge delle caratteristiche e dei requisiti che devono integrare il Modello 231 nella prevenzione dei reati in materia di sicurezza sul lavoro.

Il convegno è esclusivamente dedicato a i titolari di aziende, amministratori delegati, direttori generali e dirigenti.

PROGRAMMA

15.00 Registrazione presso il centro congressi Relais Le Betulle
15.20 Benvenuto e presentazione degli obiettivi dell’incontro
dott. Enrico Cusinato
Responsabile Area Nord Est - RINA SpA
15.30 Modello D. Lgs. 231/01 integrato con l’art. 30 D.Lgs 81/08
La responsabilità degli amministratori per mancata adozione del modello 231 secondo la giurisprudenza

avv. Franco Tosello
Studio Legale Associato Tosello & Partners - Padova
16.00 Analisi e mappatura dei rischi quale strumento fondamentale per la costruzione di un “modello 231” concreto ed efficace
Evoluzione dei modelli organizzativi: l’estensione ai rischi in materia di salute, sicurezza ed ambiente

dott. Achille Tonani
Responsabile BU Corporate Governance - RINA SpA
16.30 Tea & Coffee Break
16.45 Riclassificazione delle coperture di responsabilità civile aziendale e nuove coperture
sig. Loris Trento
Broker di assicurazione
17.00 Dal risk assessment alla polizza di tutela legale Roland
dott. Pietro Pipitone
Direttore generale Roland Italia
17.45 Dibattito ed interventi dei partecipanti
18.15 Chiusura dei lavori

Per ogni chiarimento o eventuali informazioni contattare:

Raffaella Petronio
Morgan & Morgan srl International Insurance Brokers
Viale Carducci 4
31015 Conegliano (TV)
tel. 0438366311
fax 0438366363
marketing@morganemorgan.com

SCARICA L'INVITO.

Scarica il Comunicato Stampa
- Dettagli ...