Risk management e business continuity management system come servizio aggiuntivo al cliente

Il risk management è un processo che difende gli obiettivi strategici dell’impresa:

  • aumento di fatturato
  • diminuzione dei costi
  • protezione dei flussi di cassa e liquidità
  • customer satisfaction dei clienti
  • salvaguardia della reputazione del brand aziendale

A seconda della complessità del progetto, Morgan & Morgan si affida a partner specializzati per l’analisi dei rischi, che rispettano gli standard ISO 31000 e il risk-based thinking (ISO 9001:2015).


 

Analisi dei rischi per aziende medio-grandi

Risk 500 è una piattaforma on-line di facile utilizzo, che fornisce al Risk Manager gli strumenti per identificare, misurare e ridurre i rischi aziendali. Grazie anche al supporto di un nostro consulente dedicato, il servizio permette di calcolare i rischi d’impresa e di ottenere preziosi suggerimenti per ridurli.

 

Si fotografa l’azienda, si individua la propensione al rischio dell’imprenditore (risk appetite), si intervistano le governance e i responsabili di funzione. Vengono misurati i rischi (sia a livello corporate che di business unit) e si genera un output documentale dove viene evidenziato il rating dei rischi più gravi (risk prioritization). Tale documento identifica le criticità e gli impatti di un eventuale sinistro sul business.

Con i risultati del “priority risk” si sviluppa con il cliente un piano di mitigazione dei rischi (risk response) con il fine di eliminare, ridurre e trasferire i rischi.
Un’analisi di questo tipo fornisce informazioni estremamente utili per l’insurance management e per Morgan & Morgan, al fine di creare una strategia comune per dominare i rischi o trasferirli.
Un’attività di monitoraggio continuo permetterà un efficace risk control.


 

 

I vantaggi per il cliente sono: il raggiungimento degli obiettivi strategici, la difesa dei flussi di cassa, la protezione degli asset tangibili ed intangibili, la riduzione delle responsabilità penali, la compliance normativa e dei clienti, strumento di negoziazione (miglioramento dei rating bancari), l’ottimizzazione del risk management.

 

 

Il business continuity management system invece è una soluzione al rischio di interruzione di attività. Avvia le strategia per continuare a produrre, attraverso outsourcer predeterminati o sistemi di backup produttivo gestiti internamente. Si attua attraverso un piano (business continuity plan) che è una serie di procedure atte a garantire la continuità produttiva e a garantire il livello di servizio.
Comprende il disaster recovery, ovvero strategie di ripristino degli asset danneggiati attraverso il supporto di aziende di risanamento e le risorse interne all’impresa. Si attua attraverso il disaster recovery plan che è una serie di procedure e di preaccordi con aziende risanatrici per il recupero delle attività danneggiate dall’evento.