Descrizione

Tutto quello che devi sapere per assicurare un cantiere con la polizza CAR

La costruzione di opere come strade, ponti, fabbricati civili, industriali e commerciali è un’attività molto complessa: i lavori si protraggono nel tempo, i cantieri sono esposti agli eventi metereologici, vengono coinvolte diverse figure (come fornitori, progettisti, committenti e installatori) che lavorano contemporaneamente. Sono molte le variabili che possono compromettere la corretta riuscita dell’opera in costruzione con conseguenze disastrose sul fronte economico-finanziario non solo per l’impresa esecutrice, ma anche per la committenza.

In questo contesto entra in gioco la polizza CAR (Contractor’s All Risks) che significa letteralmente “tutti i rischi del costruttore” e copre sia i danni materiali e diretti che un’opera può subire in fase di realizzazione, ristrutturazione e ampliamento, sia quelli involontariamente cagionati a terzi. Sono risarcibili, tra gli altri, i danni dovuti a incendio, furto, terremoto, frane, inondazioni, alluvioni, trombe e uragani, cedimenti del terreno ed errori di esecuzione dei lavori.

 

Le caratteristiche della polizza CAR

Nello specifico il contratto è suddiviso in due sezioni.

La sezione I° riguarda i danni materiali e diretti alle opere durante l’esecuzione, causati da eventi esterni (come eventi atmosferici e naturali, socio politici, incendio, furto) o interni (errori umani, di calcolo e progettazione). Si assicurano:

  • opere e impianti permanenti e temporanei
  • opere e impianti preesistenti
  • costi di demolizione e sgombero
  • macchinari, baraccamenti e attrezzature utili all’esecuzione dell’opera.

La sezione II° riguarda la responsabilità civile verso terzi per danni a persone, cose ed animali durante lo svolgimento dei lavori.

In questo tipo di assicurazione si distingue il contraente (colui che stipula la polizza e ne paga il premio assicurativo) dall’assicurato (il beneficiario della copertura assicurativa) che può essere ogni singolo membro del team che interviene nell’esecuzione dell’opera: il Committente, l’Impresa Appaltatrice, i Subappaltatori, fino ad arrivare a Progettisti, Fornitori e Installatori.

La polizza CAR consente di adempiere agli obblighi di legge in caso di partecipazione a gare d’appalto nell’ambito delle opere pubbliche, ma è uno strumento sempre più richiesto anche nei contratti tra i privati che vogliono evitare situazioni finanziarie negative e ultimare senza problemi l’impegno assunto. In quest’ultimo caso parliamo di società immobiliari, imprese edili e aziende che, in qualità di Committenti, fanno realizzare ampliamenti di fabbricati esistenti.

Nel testo della polizza CAR devono essere specificati il luogo in cui si effettua la costruzione dell’opera e la durata contrattuale che coincide con il tempo previsto per l’esecuzione delle opere, che inizia nel momento in cui vengono scaricati i materiali sul luogo del montaggio e finisce con il collaudo dell’opera stessa. La polizza può essere estesa ad un successivo periodo di “manutenzione estesa” che solitamente non supera i 12 mesi. Da questo momento è possibile stipulare una copertura accessoria a garanzia del rischio di postuma decennale.

 

Perché Morgan & Morgan

L’attività edile è un’attività importante e ad alto rischio, per questo necessita di una copertura globale adeguata. Morgan & Morgan sostiene tutte quelle aziende che, pur non essendo obbligate, decidono di stipulare tale polizza quale sinonimo di serietà, garanzia e fiducia nei confronti del Committente. Inoltre, i nostri consulenti saranno in grado di consigliare eventuali polizze abbinate, come la ALOP (Advance Loss Of Profit) che copre il danno economico indiretto all’impresa che ritarda la data programmata di consegna dell’opera finita poiché la stessa è stata colpita da un sinistro durante la fase di costruzione.

Compila il form sottostante oppure contattaci per avere maggiori informazioni sulla polizza CAR.